Viaggio Vacanza | articoli
Articoli su viaggi, destinazioni, accessori e curiosità
Torna a tutti gli > articoli
 

Vacanze estive 2020: spensieratezza e sicurezza a bordo di una barca

Nonostante i mesi trascorsi in un clima di incertezza a causa del Covid, l’arrivo dell'estate ha portato quasi il ritorno alla vita di tutti i giorni, a tal punto che anche andare in vacanza, almeno nel nostro Paese, non rappresenta più un problema insormontabile. Particolarmente interessante risulta il turismo di prossimità, esplorando le nostre coste in barca in piena sicurezza sanitaria.

Vacanze in barca

Vacanze estive in tempi di Covid

Nonostante i mesi trascorsi in un clima di incertezza e preoccupazione, l’arrivo della bella stagione ha portato il ritorno alla vita di tutti i giorni (pur con le dovute cautele e buone norme comportamentali), a tal punto che anche andare in vacanza, cosa quasi impossibile anche solo da immaginare fino a poche settimane fa, non rappresenta più una problematica insormontabile (va comunque sottolineato che non tutti potranno farlo ad Agosto, anche per recuperare il tempo perso durante i mesi del Lockdown). Il turismo estivo per quest’anno potrà contare poco sugli stranieri, ma a questa mancanza sopperirà un buon numero di turisti nostrani, che punteranno con forza sulla riscoperta del Bel Paese e delle sue coste, che non hanno di certo nulla da invidiare a mete esotiche ambite.

 

Vacanza in barca: un modo diverso di praticare il "turismo di prossimità"

Estate 2020 è quindi sinonimo di spensieratezza (e come potrebbe essere diversamente, dopo mesi così difficili), ma anche ricerca di sicurezza. E quale opzione può venire incontro ad entrambe le esigenze? Sicuramente un tour lungo le coste italiane a bordo di un’imbarcazione può essere la soluzione ideale! Utilizzare una barca per scoprire le bellezze del mare italiano, è una delle numerose forme del cosiddetto "turismo di prossimità" che animerà quest’annata, con spostamenti interni e per periodi non particolarmente lunghi, possibilmente ripartiti.

Ovviamente la più classica delle obiezioni è che non sono in molti ad essere proprietari di una barca, soprattutto in periodi come questo dove in pochi possono permettersi di investirci; ma se pensiamo a quante opportunità sono garantite dalle società di charter, che effettuano il servizio di noleggio o locazione imbarcazioni, si può organizzare un semplice weekend lungo come un periodo di 1-2 settimane, senza spendere cifre enormi e con tutte le comodità e libertà che una barca comporta. Il noleggio intende la presenza a bordo di uno skipper professionista, che consente a voi ed il vostro gruppo di amici di godere della vacanza senza alcun tipo di pensiero, mentre la locazione non prevede la presenza di uno skipper, di conseguenza sarà necessaria la patente nautica per chi ne fa richiesta.

 

Barca

Vantaggi del trascorrere una vacanza a bordo di un’imbarcazione

Trascorrere una vacanza in barca, con la propria famiglia o con un gruppo di amici, comporta indubbiamente dei vantaggi non trascurabili. Prima di tutto chi sceglie la barca sa bene quanto valga il concetto di privacy e quanto sia importante avere la possibilità di godere dei propri spazi senza alcun tipo di intromissione; con una barca si può attraccare a non troppa distanza da una caletta poco frequentata, ma si può anche solo rimanere a bordo a prendere il sole e tuffarsi quando si ha voglia per un bagno. Nessuna coda, nessun parcheggio giornaliero da pagare, nessun vicino di ombrellone fastidioso! La vacanza in barca è anche un modo per privilegiare il nostro desiderio di avventura e di scoperta di nuove località. Ogni giorno è possibile cambiare destinazione, non siamo obbligati a rimanere sulla stessa spiaggia, si possono conoscere dei posti nuovi che non si aveva occasione di poter visitare se non prenotando costosi viaggi organizzati o traghetti pieni di turisti. Allo stesso tempo questo tipo di scoperta può avvenire ogni giorno, sfruttando i ritmi che vogliamo darci, senza doversi alzare per forza ad orari improponibili per essere tra i primi ad arrivare in spiaggia.

 

Turismo in barca

Cosa non dimenticare, prima di partire per una vacanza in barca

Chi è in possesso di una propria imbarcazione e vuole sfruttare questo periodo per concedersi qualche giorno di vacanza, sa sicuramente che ci sono una serie di attrezzature ed oggetti che non dovrebbero mai mancare a bordo. Vediamo velocemente alcuni di questi:

  • Per quanto riguarda il vestiario, ovviamente ampia libertà sugli indumenti e costumi da mare, t-shirt e canottiere, oltre che pantaloncini, anche se non bisogna mai dimenticare anche delle alternative più eleganti per la sera, quando comunque si suppone di attraccare al porto e visitare il paese circostante. Allo stesso tempo non devono mancare anche indumenti più coprenti, qualora le condizioni meteo peggiorassero, come giacche impermeabili. Per quanto riguarda le calzature è bene puntare, oltre alle classiche infradito per il mare, anche su comode scarpe con suola in gomma per non scivolare a bordo, oltre che comode scarpe da ginnastica.

  • Al di fuori degli indumenti non possiamo non sottolineare l’importanza di un buon kit di pronto soccorso, sempre utile da avere a portata di mano per qualunque tipo di esigenza

  • Le attrezzature nautiche hanno un’importanza capillare, ed alcune di queste non possono proprio mancare se si vuole avere un equipaggiamento di bordo di tutto rispetto;

    • Il banzigo è una delle più interessanti: si tratta di un’imbracatura anticaduta, utilizzata per salire sull'albero della barca in caso di piccole riparazioni o malfunzionamenti (come ad esempio l’antenna delle radio vhf, di normale dotazione per poter effettuare comunicazioni con altre barche, porti o guardia costiera.

    • Importanti sono i salvagenti, nell’eventualità che qualcuno finisca inavvertitamente in mare e debba essere recuperato in sicurezza; in commercio ci sono le classiche ciambelle di salvataggio, ma interessanti sono anche i salvagenti a ferro di cavallo, utili perché consentono di appoggiare direttamente sulla schiena e di essere sollevati senza alcun rischio di infortuni, durante la fase di sollevamento.

    • Consigliatissime sono anche le passerelle nautiche, dei piccoli ponti di passaggio fra la banchina e l'imbarcazione, utili per il passaggio delle persone, ma anche degli oggetti che portiamo a bordo. Alcuni modelli sono in commercio realizzati interamente in alluminio, altri presentano il camminamento in legno, per i più esigenti c’è la possibilità di richiedere la personalizzazione con scritte e misure ad hoc.

    • Molto utile è anche il cosiddetto "mezzo marinaio", ossia un'asta con un gancio semplice o doppio, utilizzato soprattutto per avvicinarsi o allontanarsi da banchine o galleggianti

    • Terminiamo questa breve carrellata con la plancetta di poppa o prua, un articolo che consente la risalita a bordo con una pratica scaletta e una parte appositamente progettata per potersi sedere in sicurezza.

 

 

Torna all'elenco degli > articoli



Viaggio-Vacanza | Copyright 1993-2021 | Tutti i Diritti Riservati.