Viaggio Vacanza | articoli
Articoli su viaggi, destinazioni, accessori e curiosità
Torna a tutti gli > articoli
 

Salento da record: successo turistico confermato dalle previsioni per il prossimo anno

Il Salento si conferma ancora una delle mete preferite dai turisti, italiani e non. Per stare in famiglia o per uscire la sera, per lunghi periodi o solo per pochi giorni, questa terra assicura a tutti una vacanza rilassante, emozionante e appassionante al tempo stesso, sia in estate sia in inverno.

Puglia

Il Salento da record

Il Salento si conferma ancora una delle mete preferite dai turisti, italiani e non. Per stare in famiglia o per uscire la sera, per lunghi periodi o solo per pochi giorni, questa terra assicura a tutti una vacanza rilassante, emozionante e appassionante al tempo stesso, sia in estate sia in inverno.

Il successo della penisola salentina come luogo perfetto per una vacanza è stato mantenuto negli ultimi vent’anni grazie alla varietà dell’offerta, capace di catturare le esigenze di diversi segmenti della popolazione e di valorizzare i tesori del territorio.

 

Paesaggi del Salento

Le qualità immediatamente apprezzabili di questa terra sono quelle legate alla natura. Lungo la costa, è sempre possibile godere di un’acqua turchese e cristallina con spiagge bellissime di diverso genere: sabbiose o rocciose, libere o con stabilimenti, più o meno semplici da raggiungere.

La ricchezza balneare del territorio e la presenza di riserve naturali sono già sufficienti per chi desidera trascorrere una vacanza all’insegna del mare e del relax. Ma il Salento offre anche splendidi scenari cittadini e borghi rurali come Lecce, Gallipoli e Otranto. È dunque molto bello da girare in macchina, on the road, soffermandosi anche nelle zone più remote seguendo le proprie suggestioni ed emozioni.

 

Cultura salentina

La penisola salentina è permeata di cultura in ogni angolo. Soprattutto nel periodo estivo, vengono organizzate numerose sagre: la sagra del pasticciotto a Surano, la festa della Taranta, la Sagra della municeddrha a Cannole, la Sagra del Pesce fritto a Santa Maria di Leuca, sono solo alcune tra le più famose e apprezzate.

Per quanto riguarda i monumenti e i luoghi della cultura, i siti di interesse sono sempre affascinanti. Alcuni non sono molto sponsorizzati e conosciuti: per questo carattere incontaminato, i visitatori sono spinti all’esplorazione e alla scoperta, che portano una spontanea felicità.

 

Cibo e gastronomia

Gli abitanti del luogo sono gentili e disponibili, pronti a condividere con i turisti la loro tradizione e la loro cucina: oltre al famoso pasticciotto, in tutti i panifici ci sono frise, pucce, focacce pugliesi, perfette per i pranzi al sacco in spiaggia. Da bere, inoltre, è possibile provare il tipico caffè con ghiaccio, oppure svariate tipologie di vini per allietare le serate in compagnia.

 

Strutture ricettive

Vi è una grande varietà di scelta per quanto riguarda le modalità di soggiorno, adatte a ogni portafoglio e compagnia: campeggi, bed and breakfast, masserie, villaggi, ville, hotel, spesso forniti di servizi extra come navette che portano alle spiagge, per rendere più confortevoli i soggiorni dei propri utenti.

Se queste descrizioni non fossero bastate a far venire la voglia di prenotare già una vacanza in Salento per il prossimo anno, di seguito si suggeriscono dei punti d’interesse immancabili, che possono dare un’idea dei diversi luoghi e attività che la penisola salentina offre e che da anni sono apprezzati a livello internazionale.

 

Città più belle del Salento

  • Lecce. Il centro storico di Lecce è un concentrato di bellezze artistiche. Si viene catturati dal tipico stile barocco, dalla lucentezza del marmo, dagli antichi edifici. Camminando per le strette vie della città, ogni volta che si gira un angolo, si scopre qualcosa di meraviglioso: il Duomo, la Chiesa di Santa Croce, ma soprattutto i resti dell’anfiteatro romano che emergono sotto il livello della strada da Piazza Sant’Oronzo. Il senso di familiarità e di calma della città spinge a fermarsi un po’ tra le botteghe e i negozi, o in bar e caffè letterari.

  • Otranto. La città di Otranto, a circa 50 km da Lecce, è la città più a oriente d’Italia. La fortezza, con le sue mura di cinta, circondata da uliveti, è sicuramente anche uno dei borghi più belli d’Italia. L’immagine che lo rende più speciale e memorabile è quella delle tipiche case bianche, vicine nelle strette strade di pietra. Nel centro sono presenti negozi di vario genere, soprattutto di artigianato e gastronomia. Si consiglia di visitare la Cattedrale di Santa Maria Annunziata, che è situata nel punto più alto della città. La Cattedrale racchiude al suo interno un incredibile tesoro artistico: il mosaico pavimentale e la cappella dedicata ai martiri della città.

  • Gallipoli e Santa Maria di Leuca.Gallipoli è un punto di riferimento per i giovani, il luogo giusto per partecipare alla vera movida salentina. Il centro è ricco di locali dove mangiare e discoteche dove fare festa fino al mattino. Proprio vicino Gallipoli, nel punto più meridionale di tutta la Puglia, troviamo Santa Maria di Leuca. Questa città è una tappa obbligatoria per un viaggio in Salento, poiché vi si può ammirare una natura selvaggia e incontaminata. Per i più avventurosi, si consiglia di andare al Canale del Cielo, un imponente canyon naturale tra la roccia e il mare da cui tuffarsi con un salto di 30 metri.

 

Spiagge più belle del Salento

  • Maldive del Salento. Le Maldive del Salento sono state così chiamate dai visitatori per ovvi motivi: l’acqua trasparente e la sabbia fine, proprio come alle Maldive. Viene chiamato così tutto quel tratto di litorale della costa che da Gallipoli porta a S. Maria di Leuca. Marina di Pescoluse ne è certamente la spiaggia più bella e simbolica, incorniciata da una vegetazione di acacie e gigli bianchi. Fornita di stabilimenti balneari e di spiagge libere, è munita di parcheggi auto ed è adatta sia ai giovani sia alle famiglie.

  • Grotta della Poesia. A Melendugno (LE), nella località marina di Roca Vecchia, c’è una piscina naturale da sogno: la Grotta della Poesia. Questa grotta è composta da altre due grotte più piccole, formando un complesso carsico collegato a una piccola spiaggia di sabbia e a un'area archeologica sottomarina. Adatta a tutte le età, anche questo è un posto perfetto per fare dei tuffi. Vale la pena esplorare anche le altre grotte, tipiche della zona meridionale, più precisamente vicino a Santa Cesarea e Castro marina.

  • Baia dei Turchi. Questa baia si trova vicino a Otranto, nell’Oasi protetta dei Laghi Alimini, ed è il luogo dove, secondo la tradizione, sbarcarono i turchi durante l’assedio alla città del XV secolo. La baia offre uno scenario indimenticabile: acqua cristallina, fondali sabbiosi, spiaggia bianchissima e incontaminata.

  • Faraglioni delle Due Sorelle. Torre dell’Orso è un paesino poco lontano da Otranto, ed è una tappa perfetta per gli amanti della natura. Tra le rocce calcaree e le grotte, emergono dal mare gli imponenti Faraglioni delle Due Sorelle, due costoni di roccia che hanno generato leggende e storie davvero poetiche. Secondo la leggenda, due sorelle si recarono in spiaggia: una delle due cadde e l’altra, nel tentativo di salvarla, cadde insieme a lei. Per pietà verso le due giovani, il mare rese loro omaggio con i due faraglioni, che sembra cerchino di toccarsi, ma senza riuscirci.

  •  

    Torna all'elenco degli > articoli



Viaggio-Vacanza | Copyright 1993-2021 | Tutti i Diritti Riservati.