Viaggio in Iran: cosa vedere, foto e informazioni utili

5 - 16 novembre 2018

° ° °

Esempio di itinerario in Iran
| Informazioni utili sull´Iran
| Foto dell´Iran
| Contatti e Copyright
| English (will be available soon)


° ° °

  

 

ITINERARIO IN IRAN - CULTURA, ARTE E TRADIZIONI

Itinerario di viaggio in Iran

° ° °

COSE UTILI DA SAPERE PRIMA DI ANDARE IN IRAN

DOVE POSSO TROVARE UN TOUR OPERATOR IN IRAN?

Se state cercando un tour operator locale in Iran, Alibabatrek può organizzare qualunque tipo di viaggio in Iran sia per gruppi e sia per chi viaggia individualmente. Sono disponibili pacchetti di viaggio in Iran con itinerari già pronti che possono essere personalizzati in base ai propri interessi, aggiungendo o modificando le varie tappe proposte. Vengono inoltre fornite guide specializzate, indispensabili se durante il viaggio si desidera approfondire e conoscere meglio le attrazioni che si stanno visitando.

 

COSA VEDERE IN IRAN?

Con le sue numerose attrazioni che spaziano da città con una storia millenaria, ai villaggi tradizionali, all'arte, all'architettura persiana ed islamica, alle bellezze naturali ed ai paesaggi estremi, l'Iran è un paese in grado di soddisfare una grande varietà di viaggiatori curiosi di conoscere nuovi luoghi ancora non frequentati dal turismo di massa. Vediamo più in dettaglio quali sono le principali cose da vedere in Iran e dove si trovano:

  • Arte, architettura, tradizioni e musei. Gli antichi palazzi sfarzosamente decorati ed appartenuti a facoltose famiglie, le curiose torri cattura vento, le case di adobe (una miscela di fango e paglia), i musei che custodiscono reperti di inestimabile valore ed i grandi bazar che si sviluppano in labirinti di vicoletti: le città lungo l'asse tra Teheran e Shiraz, passando per Isfahan e Yazd, sono una destinazione assolutamente imperdibile ed unica al mondo per chi desidera approfondire storia, cultura e tradizioni dell'Iran e dell'antica Persia.

  • Moschee ed altri luoghi di culto. Gli architetti che hanno disegnato le moschee iraniane, sia che abbiano 1000 anni, sia che abbiano appena 2 secoli, si sono sbizzarriti in soluzioni che vi lasceranno stupefatti. Ologrammi tridimensionali ottenuti con minuscoli fori nelle cupole, mosaici composti con milioni di piastrelle colorate e frammenti di vetri o specchi, locali dalla particolare acustica che amplificano le voci. Da Teheran a Shiraz passando per Isfahan e Yazd, troviamo decine di moschee, santuari ed altri luoghi di culto tutti da non perdere.

  • Villaggi di montagna. I monti Zagros, nell'Iran occidentale, sono i luoghi migliori per visitare piccoli villaggi di montagna con le case costruite in adobe, una miscela di paglia e argilla. Questi remoti villaggi tradizionali, dove si conservano usanze e dialetti spariti dal resto dell'Iran, sono frequentati da pastori nomadi e sono circondati da uno spettacolare paesaggio molto interessante anche dal punto di vista geologico. Un villaggio di montagna facilmente accessibile e con le tradizionali case rosse di adobe, è Abyaneh e può essere visitato percorrendo una breve deviazione quando si è di strada tra Isfahan e Kashan, mentre altri villaggi più remoti richiedono un diverso tipo di organizzazione.

  • Deserti. L'Iran presenta svariati deserti in diverse regioni del paese, caratterizzati da bellissimi paesaggi dove non mancano grandi dune, rocce multicolore dalle forme bizzarre e vaste distese di sale candide come la neve. Un paio di deserti sono facilmente accessibili e si possono visitare addirittura come escursioni giornaliere da Kashan (quindi sono adatti anche se avete scelto un itinerario culturale tra le maggiori città): questi sono il deserto di Maranjab ed il deserto di Matinabad. Tuttavia, se desiderate trascorrere più tempo in questi deserti o visitarne altri più remoti come il deserto di Lut dalle sembianze decisamente sahariane, occorre pianificare un tour specifico per tali destinazioni.

  • Rovine di antiche città. Non lontano da Shiraz, le rovine di Persepoli con l'adiacente Necropoli e Pasargadae, sono il luogo ideale per conoscere qualcosa in più sull'impero achemenide e sui re persiani, una storia ben documentata da antiche incisioni su pietra in gran parte decifrate, da stupendi bassorilievi risalenti a 2500 anni fa e da preziosi reperti archeologici di inestimabile valore.

  • Le grandi catene montuose. Con i suoi 5671 metri, il monte Damavand sta diventando una destinazione sempre più richiesta per trekking ad alta quota, dal momento che non richiede tecniche di scalata ma solo un normale acclimatamento all'aria rarefatta tipica di queste altitudini. Il monte Alamkuh (o Alamkooh) è invece la terza vetta per altitudine dell'Iran, ma per scalare i suoi 4805 metri bisogna essere ben allenati e, a seconda del sentiero che si sceglie, avere anche un minimo di esperienza con le tecniche di scalata. Con una simile altitudine, ma su sentieri relativamente più facili, il monte Sabalan è uno strato-vulcano che ospita un lago (gelato tutto l'anno tranne che a luglio ed agosto) nel suo cratere sommitale, oltre che a sorgenti geotermali in vari punti dei suoi fianchi.

  • Le isole del Golfo Persico. Al largo delle coste meridionali dell'Iran, nel Golfo Persico, alcune isole iraniane offrono paesaggi unici del suo genere, come foreste di mangrovie, canyon di sale fortemente erosi dall'acqua e dalle forme spettacolari, rocce colorate con incursioni ferro, sale e gesso, ripidi calanchi colorati che terminano a piombo su spiagge deserte ed incontaminate. Una breve escursione in barca da un villaggio tradizionale di pescatori, darà invece l'opportunità di incontrare numerosi delfini che nuotano tra le barriere coralline. Le isole iraniane del Golfo Persico sono una destinazione assolutamente imperdibile per chi ama paesaggi marini estremi e natura.

L'itinerario presentato in questo reportage tratta prevalentemente l'aspetto culturale, l'arte e l'architettura tra le maggiori città che si trovano lungo l'asse da Teheran a Shiraz e si svolge in 11 giorni. Visitare tutte (o gran parte) delle attrazioni in Iran richiede ovviamente molto più tempo o viaggi multipli, sia per le distanze da coprire e sia per il tempo necessario per godersi in pieno le regioni visitate.

COME ARRIVARE IN IRAN?

I principali aeroporti iraniani sui quali operano voli internazionali, sono quelli di Teheran (IKA - Imam Khomeini) e di Shiraz (SZY). Alcune compagnie aeree come la Turkish e la Qatar, offrono l'opportunità di arrivare su Teheran e ripartire da Shiraz (o vice versa) risparmiando la necessità di dover tornare al punto di partenza l'ultimo giorno del tour ed evitando così un lunghissimo viaggio in auto, o un volo interno ed i relativi trasferimenti tra alberghi e aeroporti.

COME SPOSTARSI IN IRAN?

Gran parte dei tour di gruppo e dei viaggi individuali prenotati tramite agenzia, prevedono come mezzi di trasporto auto o pulmini guidati da un conducente locale e questo è probabilmente il miglior modo di spostarsi in Iran, soprattutto per chi ha poco tempo a disposizione e per chi desidera imparare il più possibile sulle attrazioni che si visitano (oltretutto i costi sono generalmente molto accessibili anche se si viaggia da soli). Il tour operator iraniano prima suggerito può fornire il mezzo di trasporto con autista / guida, comunicando semplicemente l'itinerario che si vuole seguire. In Iran è comunque possibile noleggiare l'auto, bisogna solo considerare che guidare nel traffico delle città, con lo stile di guida degli iraniani, può essere davvero stressante e che i percorsi per arrivare a destinazione sono talvolta difficili da individuare. Alternativamente, sulle brevi distanze, si possono utilizzare i taxi (molto economici, soprattutto se si scelgono quelli condivisi) mentre le maggiori città come Teheran ed Isfahan hanno una buona rete di autobus e di metro. Per spostarsi sulle lunghe distanze sono disponibili voli interni a costi molto contenuti (ma il biglietto non è sempre acquistabile tramite i normali canali internazionali), mentre le maggiori città sono collegate anche dalle ferrovie iraniane e da autobus.

E' SICURO ANDARE IN IRAN?

Se desiderate andare in Iran ma siete scoraggiati dall'immagine (distorta) che i mass-media e le istituzioni occidentali creano su questo paese, sappiate che il popolo iraniano è cordiale ed accogliente e che non ci sono pericoli diversi da quelli esistenti in qualunque città italiana o europea. Si raccomanda quindi di utilizzare le comuni norme del buon senso che già adottate quando siete in una città come Roma o Milano, prestando un po' di attenzione in più quando si attraversa la strada o quando ci si muove nel traffico, perché lo stile di guida degli iraniani è diverso dai nostri standard.

QUALE E' LA STAGIONE MIGLIORE PER ANDARE IN IRAN?

Il clima in Iran presenta temperature estreme piuttosto importanti sia in estate e sia in inverno, quindi il periodo migliore per andare in Iran corrisponde alle mezze stagioni, ovvero alla tarda primavera (tra aprile e maggio) ed al primo autunno (tra fine settembre e l'inizio di novembre). Climaticamente parlando, anche marzo sarebbe un buon periodo per visitare l'Iran, ma bisogna considerare che durante la seconda metà del mese ci sono diverse feste nazionali, durante le quali molti iraniani viaggiano per visitare le bellezze del loro paese, motivo per cui musei, palazzi storici e moschee potrebbero risultare eccessivamente affollati. Visitare l'Iran in estate è in teoria possibile, ma bisogna essere preparati ad affrontare temperature piuttosto elevate (sconsigliato per i deserti, e comunque non proprio adatto nemmeno per le città, visto che si passano molte ore a piedi tra musei e monumenti). In inverno invece può far molto freddo in quanto non solo clima è continentale, ma le città d'arte si trovano tutte tra 1000 e 2000 metri di altitudine e non è raro che possa addirittura nevicare. La stagione più secca in Iran è l'estate, mentre le precipitazioni si registrano più frequentemente tra il tardo autunno e l'inizio della primavera (in ogni caso nel periodo umido la pioggia raramente disturba le escursioni, anche perché ci si può sempre rifugiare in qualche museo).

QUALI REGOLE BISOGNA SEGUIRE IN IRAN SULL'ABBIGLIAMENTO?

Come vestirsi in Iran e quali regole seguire sull'abbigliamento in Iran, può essere una delle domande più frequenti (o addirittura una delle cose più "preoccupanti") quando si pianifica un viaggio in Iran, in modo particolare da parte delle donne. Molte preoccupazioni sono forse derivanti dal fatto che quando si vedono immagini dell'Iran in TV, si notano spesso chador completamente neri, tuttavia il dress-code in Iran è molto più casual di quanto un occidentale possa immaginare, anche per le donne. Ci sono comunque alcune regole che devono essere seguite sia dagli uomini e sia dalle donne, vediamo quali sono:

  • Come vestirsi in Iran - donne: le donne in Iran devono indossare un velo che copra i capelli, le spalle ed il collo. E' richiesto che l'abbigliamento sia "lungo" e che le magliette coprano almeno fino ai gomiti. Benché si raccomandi di utilizzare abiti non troppo attillati (anche per via delle temperature), pantaloni lunghi come i jeans sono assolutamente ammessi. Ovviamente i vestiti possono essere eleganti ed anche molto appariscenti in termini di colore ed è ammesso truccarsi come si desidera. In caso di clima caldo, è ammesso indossare i sandali con o senza calzini. Il chador potrebbe essere richiesto solo quando si visitano alcuni santuari particolarmente importanti (e meno turistici) ed in tal caso questo può essere noleggiato all'ingresso o acquistato presso un vicino bazar.

  • Come vestirsi in Iran - uomini: gli uomini in Iran devono indossare pantaloni lunghi, mentre le magliette possono essere a maniche corte o lunghe. I pantaloni corti non sono ammessi. Quando fa particolarmente caldo, si possono indossare sandali con o senza calzini. Le cravatte non sono utilizzate, ma se si desidera indossarla, non è un problema.

ALTRE INFORMAZIONI E CONSIGLI DI VIAGGIO PER L'IRAN

  • Quali requisiti occorrono per entrare in Iran? Per l'ingresso in Iran occorre il passaporto con validità residua di almeno 6 mesi, il visto di ingresso da ottenersi presso una ambasciata o un consolato (sebbene sia possibile ottenerlo anche all'arrivo nei maggiori aeroporti, molti sconsigliano di ricorrere a questa tipologia di visto) ed una assicurazione con i massimali sufficientemente alti a coprire le eventuali emergenze. La procedura per richiedere il visto può essere attivata attraverso l'apposito sito Iranian Visa.

  • Funziona lo smart phone in Iran? Gran parte degli operatori di telefonia mobile italiani hanno accordi di roaming con le compagnie iraniane e la copertura nel paese è piuttosto ampia (eccetto le aree più remote dove è necessario avere un telefono satellitare).

  • E' disponibile il wifi in Iran? Quasi tutti gli alberghi offrono il wifi gratuitamente, con buona velocità di connessione. E' eventualmente possibile munirsi di sim iraniana per avere internet sul proprio smart phone in qualunque momento. Si fa tuttavia presente che a causa dell'embargo, non tutti i siti web funzionano, ma alcuni sono bloccati.

  • Che moneta usano in Iran? La moneta ufficiale dell'Iran è il Rial ed è soggetta a continue svalutazioni, motivo per quale una cena può costare centinaia di migliaia (o anche milioni) di Rial, comunque equivalenti a pochissimi Euro, in quanto il costo della vita è fortemente inferiore ai nostri standard. Per ovviare al numero di zeri nei conti, è stato "coniato" anche il Toman che equivale a 10 Rial. Per la volatilità del cambio e per il fatto che potrebbe non essere possibile riconvertire in Euro i Rial avanzati a fine viaggio, si raccomanda di cambiare pochi Euro alla volta, considerando che, lo ribadisco, il costo della vita in Iran è molto basso e si mangia con pochi spiccioli.

  • Funzionano le carte di credito in Iran? A causa dell'embargo, le carte di credito ed i bancomat aderenti ai circuiti internazionali, non funzionano. E' quindi necessario portarsi una quantità di Euro sufficiente a coprire tutte le spese che si intende sostenere in Iran, cambiandone in valuta locale pochi alla volta.

° ° °

FOTO E DIARIO DI VIAGGIO IN IRAN | COSA VEDERE IN IRAN TAPPA DOPO TAPPA

Teheran Teheran ed i suoi musei <<-- VAI
Teheran non è solo una capitale finanziaria con tanto traffico, luogo dove iniziano o terminano gran parte dei tour in Iran, ma ospita molti musei, importanti moschee ed un grande bazar con chilometri di vicoletti pieni di piccole botteghe.
Case storiche di Kashan Kashan - le sfarzose case storiche <<-- VAI
Kashan è particolarmente conosciuta per le case storiche, antiche residenze tradizionali che ospitavano facoltose famiglie in grandi palazzi finemente decorati, ma sempre... lontano da occhi indiscreti. Visitiamo alcune di queste case, le antiche terme ed un tipico giardino persiano.
Abyaneh Abyaneh - il villaggio di argilla <<-- VAI
Annidato tra i monti dell'Iran occidentale, nel cuore di un arido deserto, il villaggio tradizionale di Abyaneh è costruito interamente in adobe (argilla mista a paglia) e custodisce ancora antiche usanze ormai scomparse dal resto del paese.
Natanz Natanz - villaggio dell'Iran poco conosciuto <<-- VAI
Una breve deviazione lungo l'autostrada che collega Kashan ad Isfahan, ci fa scoprire questo villaggio poco conosciuto, che ospita una antica moschea e dove si può visitare una fabbrica di ceramica che lavora ancora con metodi tradizionali.
Isfahan Isfahan - città dalla storia millenaria <<-- VAI
Con le sue grandi moschee finemente decorate da milioni di piastrelle ed i suoi sfarzosi palazzi storici, Isfahan è una delle città più belle di tutto il Medio Oriente. Andiamo a scoprire la sua particolare architettura e la sua ricchissima storia.
Yazd Yazd - la città delle torri del vento <<-- VAI
Nel cuore di un arido e caldo deserto iraniano, gli antichi abitanti di Yazd hanno risolto il problema del condizionamento delle case attraverso le torri cattura vento. Scopriamo come funzionano queste curiose strutture passeggiando nel bellissimo centro storico della città.
Rovine di Persepoli Persepoli, la Necropoli e Pasargadae <<-- VAI
Antiche di 2500 anni, le rovine di Persepoli, della vicina Necropoli e di Pasargadae, raccontano la storia dell'impero achemenide e dell'antica Persia attraverso antiche incisioni su pietra, meravigliosi bassorilievi e reperti archeologici di inestimabile valore.
Stanza degli specchi a Shiraz Shiraz - moschee e sfarzosi palazzi <<-- VAI
Shiraz si può definire la città dei giardini delle antiche residenze di lusso, dove gli architetti hanno dato sfogo a tutta la loro fantasia per soddisfare le richieste di facoltose famiglie. Da non perdere la Moschea Rosa e tante altre attrazioni.

° ° °