Trekking sul vulcano Mutnovsky

1 Agosto 2010 

Il vulcano Mutnovsky è un autentico gioiello della natura ed è probabilmente il vulcano più bello visto durante questo tour in Kamchatka. Un viaggio su un potente mezzo fuoristrada, seguito da un trekking di alcune ore, permette di esplorare uno dei crateri del Mutnovsky, un paesaggio da inferno dantesco dominato da fumarole, geyser e pozze di fango bollente.

Camion a sei ruote motrici Camion 6WD



Il gruppo lascia Petropavlovsk-Kamchatskiy a bordo di questo grosso mezzo dotato di sei ruote motrici. La distanza verso il campo base dal quale si raggiungeranno successivamente i vulcani Mutnovsky e Gorely, è di circa 2-3 ore, in parte su strada asfaltata ed in parte su strada estremamente accidentata che può essere percorsa solo da mezzi idonei.
Campeggio in Kamchatka



Raggiunto il campo base ad una altitudine di circa 700 metri, monto la mia tenda in una fitta nebbia causata in realtà da nubi che si estendono fino al suolo.
Vulcano in Kamchatka
Il mattino seguente il cielo non promette nulla di buono e grosse nubi grigie avvolgono le vette dei vulcani più alti.



Dal campo base si parte con il grosso camion a sei ruote motrici per raggiungere l'inizio del sentiero che conduce ad un cratere del vulcano Mutnosky. Il viaggio dura circa un'ora e mezza, trascorsa attraversando piccoli nevai, torrenti ed antiche colate laviche che fortunatamente non rappresentano alcun problema per questi potenti camion.



Il camion si fa strada su un percorso estremamente impervio dove qualunque mezzo non idoneo resterebbe bloccato dopo pochi metri.
Trekking in Kamchatka
Raggiunto il punto di inizio del sentiero si lascia il camion per proseguire a piedi. Un primo gruppo attraversa la lingua terminale di un nevaio, si procede quindi attraversando qualche piccolo ruscello ed altri nevai. La camminata non richiede particolari tecniche o attrezzature, sebbene consiglio vivamente di portare uno o due bastoncini da trekking per superare i tratti più ripidi ed impervi.
Dopo quasi due ore di cammino raggiungo la zona periferica di uno dei crateri del vulcano Mutnovsky. Il tempo peggiora rapidamente ed una pioggia battente, abbinata al vento che sembra soffiare da tutte le direzioni, mi fa bagnare completamente fino agli indumenti intimi, nonostante il doppio strato di vestiti impermeabili.
Vulcano Mutnovsky
Raggiunto il cratere del vulcano Mutnovsky si apre davanti ai miei occhi un paesaggio infernale ed invivibile, fatto di pioggia battente, vento, venti caldi provenienti dal sottosulo, gas di imprecisate origini e vapori di zolfo che rendono spesso difficile respirare o semplicemente tenere gli occhi aperti. Fotografare in queste condizioni senza danneggiare la macchina fotografica si rivela un'impresa molto ardua: praticamente utilizzo la mantellina esterna, ormai inservibile come impermeabile per il mio corpo, a mo' di "ombrello" per riparare la fotocamera nell'istante in cui la tiro fuori dal marsupio per scattare la foto, poi, sempre con la mantellina, mi creo una sorta di "tenda mobile" sotto la quale asciugo l'obiettivo, il mirino ed i pulsanti, utilizzando della carta assorbente che mi ero provvidenzialmente portato dietro. Il tutto con il vento che cambia continuamente di intensità e di direzione.
Fumarola Vulcano Mutnovsky in Kamchatka
Una bocca che emette fumo e gas irritante per il naso e gli occhi e che ho soprannominato "Il guardiano dell'inferno"
Kamchatka
Mutnovsky Pozza di fango bollente
Una pozza di fango bollente
"Il sangue dei dannati" un fiume dal colore rossiccio generato dal ghiacciaio presente sulla parte alta del vulcano e che attraversa l'inferno del cratere tra fumarole e geyser.
Vulcano Mutnovsky
Vulcano Mutnovsky in Kamchatka



Fumarole che emettono vapori bollenti poi trasportati dal vento.
Geyser
Un geyser, che purtroppo non ha eruttato durante i pochissimi minuti che mi sono potuto fermare per osservarlo.
Vapori di zolfo
"L'Esofago di Cerbero", un inquietante mini-cratere del diametro di un metro circa, avente le pareti interne tinte di giallo dai vapori di zolfo.
Fanghi bollenti
Una pozza di fango bollente.
Altre pozze dove ribolle acqua, fango ed imprecisate sostanze. Nel complesso, il vulcano Mutnovsky si è rivelato una vera meraviglia della natura, non dimenticherò facilmente i pochi minuti trascorsi all'interno di questo mini-inferno dantesco, forse reso ancor più infernale dalle condizioni meteorologiche proibitive, dalle nubi basse e dalla nebbia.
E adesso... tutti ad asciguare i panni! (E siamo solo alla prima escursione prevista per questo viaggio)

° ° °

° ° °

Indietro - Altri Viaggi

Kamchatka: diario e guida di viaggio

Contatti | Chi siamo | Informativa privacy


Questo sito e' protetto da copyright, si prega di contattare gli autori prima di riutilizzare il materiale in esso presente. Tutte le fotografie sono degli autori, salvo dove espressamente indicato.