Lago Bajkal: cosa vedere, foto e informazioni utili

marzo 2019

° ° °

Itinerario consigliato
| Guida di viaggio lago Bajkal
| Foto lago Bajkal
| Contatti e Copyright
|


° ° °


 

ITINERARIO LAGO BAJKAL

Itinerario consigliato sul lago Bajkal

° ° °

LAGO BAJKAL: INFORMAZIONI UTILI

DOVE SI TROVA IL LAGO BAJKAL?

Il lago Bajkal si trova nella Siberia meridionale, non lontano dal confine con la Mongolia, a 5 ore di fuso orario da Mosca e 7 dall'Italia. In termini di regioni e territori della Russia, il lago Bajkal è diviso tra quello dell'Oblast di Irkutsk, il cui capoluogo è Irkutsk, per la sponda occidentale e quello della Repubblica di Buriazia, che vede invece come capoluogo la città di Ulan-Ude, per la sponda orientale. Per dare un'idea di "quanto si trova a nord il lago Bajkal", possiamo dire che la parte meridionale si trova più o meno alla latitudine di Berlino, mentre la parte più settentrionale si estende alla stessa latitudine di Copenaghen. L'altitudine del lago Bajkal è di 455 metri sul livello del mare e si estende per 636 chilometri di lunghezza e 79 di larghezza, mentre, con una profondità massima di 1642 metri, il lago Bajkal è il lago più profondo del mondo ed il bacino d'acqua dolce più capiente del pianeta: il lago Bajkal contiene infatti oltre il 20% di tutta l'acqua dolce disponibile al mondo escludendo le calotte polari.

COSA VEDERE SUL LAGO BAJKAL?

Il lago Bajkal è stato inserito dall'UNESCO tra i patrimoni dell'umanità nel 1996 e fa parte delle Sette Meraviglie della Russia. Questa grande attenzione la si deve al fatto che il lago Bajkal è anche il lago degli estremi e dei record, che presenta caratteristiche assolutamente uniche al mondo ed in grado di affascinare qualunque tipo di viaggiatore. Vediamo quali sono le principali attrazioni che rendono il lago Bajkal una destinazione così entusiasmante ed imperdibile:

  • Il ghiaccio del lago Bajkal. L'acqua del lago Bajkal è una delle più limpide e pure al mondo, di conseguenza anche il ghiaccio presenta caratteristiche di trasparenza e limpidezza piuttosto uniche. Come vedremo di seguito in questo reportage, tale caratteristica la si deve ad un certo numero di fattori, tuttavia un ruolo fondamentale lo coprono i processi biochimici ad opera di svariati microrganismi che metabolizzano le impurità facendole precipitare sul fondo. Si stima che il basamento roccioso sotto il lago Bajkal sia coperto da ben 8500 metri di sedimenti, che sommati alla profondità del lago, rivelano una fossa profonda quasi quanto quella delle Marianne. Durante la seconda metà dell'inverno, tutto il lago Bajkal è coperto da uno strato di ghiaccio spesso tra 50 e 140 centimetri, rendendo possibile spedizioni per la traversata dell'intero lago con vari mezzi (aeroscafo, normali auto 4x4, bici, moto, sci o pattini) alla scoperta dei paesaggi soprannaturali creati dal clima estremo. Per la scarsità di precipitazioni e per i venti che spazzano via velocemente la neve, molte aree del lago Bajkal presentano ghiaccio completamente pulito, trasparente e senza neve sopra. Il ghiaccio apparirà virtualmente nero, proprio perché l'incredibile trasparenza permette di guardare fin nell'abisso, dove la luce non arriva, mentre infinite crepature e venature danno la sensazione di osservare il sistema vascolare di una creatura vivente. Più vicino alla costa, il ghiaccio può apparire blu, verde o totalmente trasparente, lasciando vedere i sassi sul fondo come se si stesse camminando su una latra di vetro blindato.

  • La taiga o foresta boreale. La taiga, conosciuta anche come foresta boreale, domina monti e territori intorno al lago Bajkal ed è costituita prevalentemente da cedri sempreverdi, larici e betulle. Tale ecosistema ospita un gran numero di animali alcuni dei quali attivi soprattutto in estate, come orsi bruni, alci, renne, caprioli, lupi, volpi, zibellini, marmotte e svariate specie di uccelli. La foresta può essere visitata con vari mezzi a seconda della stagione.

  • La biodiversità del lago Bajkal. Si stima che il lago Bajkal ospiti oltre 2500 specie tra animali e vegetali e che svariate di queste siano endemiche e non presenti in altre parti del mondo. Una delle specie endemiche più caratteristiche del lago Bajkal è certamente la nerpa o foca del Bajkal (Pusa sibirica), unica foca d'acqua dolce del pianeta, che conta circa 75.000 individui. Le acque del lago sono inoltre popolate da spugne giganti, molte specie di crostacei e svariati pesci tra cui l'omul.

  • L'isola Olchon e la Roccia dello Sciamano. L'isola Olchon è una delle isole lacustri più grandi del mondo e sorge non lontano dalla costa sud-occidentale del lago Baikal. L'isola ospita una popolazione autoctona, i Buriati (minoranza etnica della Siberia) che praticano lo sciamanesimo ed il lamaismo (buddismo tibetano). La Roccia dello Sciamano, oltre ad essere un importante luogo sacro, offre anche fantastici panorami sul lago Bajkal in un ambiente semi-arido per la scarsità di precipitazioni.

  • I villaggi tradizionali della Siberia. Lungo le sponde del lago Bajkal sorgono vari villaggi remoti con le case dalla tradizionale architettura siberiana, che vede i muri maestri realizzati con tronchi interi e belle decorazioni di legno intarsiato. In questi villaggi si può imparare qualcosa di più sulla vita dei locali, si possono osservare i pescatori al lavoro o si possono fare escursioni nella taiga con vari mezzi, a seconda della stagione.

  • Le terme. Il territorio intorno al lago Bajkal presenta notevole attività geotermica: nei pressi di Khakusy e non lontano da Severobajkalsk ci sono piccoli centri termali immersi in un paesaggio immacolato, dove godersi il tepore di queste acque curative per la pelle e per l'artrosi.

  • La ferrovia Transiberiana e la linea ferroviaria BAM. Un viaggio al lago Bajkal è un'eccellente opportunità per viaggiare sulla Transiberiana, che passa lungo la parte meridionale del lago collegando Irkutsk a Ulan-Ude, oppure sulla linea ferroviaria BAM (Baikal-Amur Mainline) che passa invece da Severobaikalks, lungo la sponda nord-occidentale del lago. Ottimizzando l'itinerario, si può viaggiare su entrambe queste linee ferroviarie.

  • Irkutsk. Molti viaggi al lago Baikal inizieranno proprio ad Irkutsk: approfittiamo quindi del tempo a disposizione prima di partire per il lago, per visitare questa grande città della Siberia meridionale, dove ci sono ancora edifici tradizionali in legno e belle cattedrali con affreschi che non ti aspetteresti in queste regioni.

COME ARRIVARE AL LAGO BAJKAL?

La principale porta di accesso al lago Bajkal è la città di Irkutsk, servita da numerosi voli diretti da Mosca, dalle maggiori città della Siberia e da un crescente numero di destinazioni internazionali. Per chi arriva dall'Italia, la coincidenza a Mosca è comoda e veloce (meglio comunque assicurarsi che ci siano almeno 3 ore tra un volo e l'altro, in quanto bisogna cambiare terminal e le procedure sono un po' lunghe). Ad Irkutsk si può arrivare anche in Transiberiana da Mosca o Vladivostock (3-4 giorni di viaggio) o dalle altre città della Siberia che si trovano lungo questa linea ferroviaria. Da Irkutsk sono solo 1 o 2 ore di strada per arrivare al lago Baikal sud-occidentale ed è per questo motivo che gran parte dei tour organizzati partono proprio da questa città. Altri punti di accesso al lago Bajkal sono Severobajkalsk a nord, dove si può arrivare con un treno della ferrovia BAM (Baikal-Amur Mainline), oppure Ulan-Ude per la sponda orientale, a sua volta raggiungibile in aereo o in Transiberiana.

COME SPOSTARSI AL LAGO BAIKAL?

Il mezzo utilizzato per spostarsi sul lago Baikal dipende fondamentalmente dalla stagione e dalle condizioni del ghiaccio. Durante la seconda metà dell'inverno, il ghiaccio ricopre tutto il lago ed il suo spessore permette di spostarsi in sicurezza direttamente sulla superficie del lago a bordo di aeroscafi (o hovercraft, veicoli sostentati da un cuscinetto d'aria e spinti da una grossa ventola) oppure con normali auto dotate di gomme idonee e preferibilmente 4x4. Altri mezzi invernali sono il quad, la slitta trainata dai cani, la moto o la bicicletta. In estate, senza ghiaccio, i mezzi più idonei sono ovviamente i traghetti, le piccole imbarcazioni da crociera, i motoscafi e, ancora una volta, gli aeroscafi. Le mezze stagioni sono più problematiche in quanto il ghiaccio non è sicuro per essere percorso con mezzi terrestri, ma è ancora troppo per essere attraversato da normali imbarcazioni. In tal caso, si usano piccole navi con scafo rinforzato in grado di navigare in sicurezza in un simile ambiente.

SI PUO' FARE UN VIAGGIO AL LAGO BAJKAL IN AUTONOMIA, OPPURE E' MEGLIO RIVOLGERSI AD UNA AGENZIA?

Le caratteristiche ambientali estreme, soprattutto in inverno, così come la scarsa conoscenza dell'Inglese da parte dei locali, suggeriscono di rivolgersi ad una agenzia che abbia l'esperienza per organizzare tutta la parte logistica e che possa mettere a disposizione una guida. Al lago Bajkal ci si sposta molto, ora in aeroscafo, ora in auto, ora in barca, ora in treno: nei villaggi più remoti non ci sono alberghi, ma occorre cercare ospitalità presso famiglie locali, un lavoro che se fatto in proprio senza parlare russo, può essere lungo e complicato. Il viaggio presentato in questo reportage è stato organizzato tramite BAIKALNATURE, operatore locale che mette a disposizione un gran numero di itinerari in tutte le stagioni e convenienti partenze di gruppo.

QUALE E' LA STAGIONE MIGLIORE PER ANDARE AL LAGO BAIKAL?

In linea di massima possiamo affermare che non esiste un periodo migliore per visitare il lago Bajkal, anzi, probabilmente è più corretto dire che il periodo migliore per un viaggio sul lago Baikal dipende essenzialmente dai propri interessi e da cosa si desidera vedere. Analizziamo quindi il lago Bajkal stagione per stagione, così da stabilire quale possa essere il periodo migliore in base alle nostre preferenze:

  • Il lago Baikal in inverno. La seconda metà dell'inverno, più precisamente tra metà febbraio e metà marzo, è il periodo migliore (anzi l'unico) per un viaggio sul lago Bajkal ghiacciato. Durante questa stagione si può attraversare tutto il lago con mezzi di superficie e ci si può divertire scoprendo tutti i tipi di ghiaccio che dominano questo mondo di cristallo tanto surreale quanto incredibile. L'inverno è invece la stagione meno adatta se si vogliono vedere gli animali, in quanto alcuni sono in letargo, mentre altri sono più sfuggenti (la foca d'acqua dolce si tuffa nei fori di respirazione appena sente il rumore di qualunque veicolo).

  • Il lago Baikal in primavera. Durante il disgelo a maggio, il lago Bajkal è estremamente pittoresco, in quanto i blocchi di ghiaccio creano un intricato labirinto tra le acque limpidissime. Questo è un buon periodo per osservare le foche d'acqua dolce che riposano sui piatti iceberg ed anche gli altri animali iniziano a diventare più attivi. Le radure nella taiga invece si riempiono di fiori.

  • Il lago Baikal in estate. Durante l'estate, tra giugno e agosto, il lago Bajkal è libero dai ghiacci e presenta una bellissima colorazione blu molto intensa. Questo periodo è l'ideale per le crociere a bordo di yacht e piccole navi ed è il migliore per osservare le foche d'acqua dolce e gli animali che popolano la taiga. I principali inconvenienti di questo periodo, soprattutto tra luglio e agosto, sono le zanzare e la maggior probabilità di trovare qualche giornata nuvolosa (non dimentichiamo comunque che ci troviamo in un vero e proprio deserto sub-artico).

  • Il lago Bajkal in autunno. La fine dell'estate, ed in particolare la prima metà di settembre, è il periodo migliore per osservare la natura che cambia colore, con larici, betulle ed altri alberi che si colorano di mille sfumature di giallo ed arancione. Gli animali sono ancora attivi e le zanzare iniziano a sparire, mentre le acque blu cobalto sono ancora perfettamente navigabili.

  • Il lago Bajkal nel cuore dell'inverno siberiano. Tra dicembre e gennaio il ghiaccio del lago Bajkal non è ancora sicuro per essere attraversato con mezzi di superficie, ma è già troppo compatto anche per le imbarcazioni con scafo rinforzato. Questo è forse il periodo meno adatto per andare sul lago Bajkal, tuttavia è il momento migliore per sperimentare temperature estremamente basse, che talvolta scendono sotto i -40 gradi.

COME E' IL CLIMA DEL LAGO BAIKAL? COME VESTIRSI?

Il lago Bajkal presenta un microclima locale piuttosto diverso dal clima delle stesse latitudini nel resto della Siberia, soprattutto per ciò che riguarda le precipitazioni che sono ben inferiori alla media, sia per quanto riguarda la pioggia, sia per la neve. Il tempo sul lago Bajkal è spesso soleggiato, in particolare durante il lungo inverno, quando però il vento può essere occasionalmente molto violento. La temperatura media durante la seconda metà dell'inverno, quando si viaggia sul lago Bajkal per ammirare il ghiaccio, è generalmente di pochi gradi sottozero, con estremi che variano tra -30 e +5. Ad essere molto freddo è soprattutto il periodo precedente alla stagione turistica, quando tra dicembre metà di febbraio, la temperatura può scendere sotto i -40 gradi. La temperatura in estate è mite, con la massima che sfiora i +25 gradi e la minima che si attesta sui +10/15 gradi, con possibili estremi che possono eccedere i +30 gradi. Attenzione comunque ancora una volta ai venti, che possono diventare violenti senza preavviso e generare onde nel lago alte fino a 5 metri. Per l'ampia gamma di temperature che si possono incontrare anche nell'arco di poche ore o giorni, si raccomanda un abbigliamento a strati, evitando il cotone e preferendo la lana oppure il sintetico. Lo strato più esterno dovrebbe essere anti vento, mentre guanti e cappello sono utili in tutte le stagioni. Durante l'inverno si consiglia di portare un paio di pantaloni imbottiti ed un piumino di buona grammatura che protegga bene anche il collo.

DOVE ALLOGGIARE SUL LAGO BAJKAL?

I villaggi principali che sorgono sulle sponde del lago Bajkal, come Listvjanca, Mrs o Chuzir sull'isola di Olchon, offrono strutture di discreta qualità, in tipica architettura della Siberia, oltre a guesthouse e famiglie disposte ad ospitare i turisti. Nei villaggi più remoti come Ust-Barguzin, la sola opzione possibile è spesso solo presso famiglie locali, mentre le maggiori città come Ulan-Ude, Irkutsk e Severobajkalsk, offrono normali alberghi con tutti gli standard occidentali. Altre opzioni quando ci si trova in mezzo al nulla sono ovviamente i rifugi (come ad esempio a Khakusy) o la tenda.

° ° °

FOTO E DIARIO DI VIAGGIO LAGO BAJKAL

Chiese a Irkutsk Irkutsk <<-- VAI
Irkutsk è la principale porta di accesso al lago Baikal: approfittiamo della sosta di un giorno per scoprire le attrazioni di questa interessante città.
Lago Baikal in inverno Da Kultuk a Listvjanka <<-- VAI
Inizia la traversata del lago Bajkal dal porto di accesso più meridionale, spostandosi da Kultuk a Listvjanca a bordo di un aeroscafo.
Ghiaccio lago Baikal In viaggio sul Baikal meridionale <<-- VAI
Viaggio a bordo di un aeroscafo da Listvjanca a Mrs alla scoperta di vari tipi di ghiaccio che ricoprono il lago Bajkal, tra i suggestivi paesaggi della Siberia.
Isola di Olchon L'isola di Olchon <<-- VAI
L'isola di Olchon è una delle isole lacustri più grandi del mondo: ammiriamo le bellezze paesaggistiche di questo deserto sub-artico ed entriamo in contatto con le tradizioni locali.
Tutto sul lago Bajkal Il lago Bajkal <<-- VAI
La spedizione al lago Bajkal continua attraversando longitudinalmente tutto il lago a bordo di auto 4x4, con un pernottamento in tenda direttamente sul ghiaccio.
Villaggio tradizionale Siberia Ust-Barguzin <<-- VAI
La sponda orientale del Bajkal ospita un villaggio tradizionale con le case fatte di tronchi, immerso nella sconfinata taiga siberiana.
Terme di Khakusy Le terme di Khakusy <<-- VAI
Il centro termale di Khakusy è una remota località senza una popolazione residente: ci godiamo l'acqua calda e curativa delle sorgenti e ammiriamo la splendida foresta boreale.
Severobaikalsk Severobajkalsk <<-- VAI
Severobaikalsk si trova lungo la sponda nord-occidentale del lago Bajkal: visitiamo la città e le vicine terme di Goudzhekit, dove si possono praticare anche diversi sport invernali.
I treni in Siberia Viaggio a bordo dei treni siberiani <<-- VAI
Rientriamo ad Irkutsk in treno, viaggiando sia sulla linea ferroviaria BAM e sia sulla Transiberiana, a bordo di un convoglio dotato di cuccette.

° ° °