In volo per Ilulissat via Kangerlussuaq

13 Aprile 2007 

La prima tappa del mio viaggio in Groenlandia e' Ilulissat, raggiungibile da Copenhagen con un volo via Kangerlussuaq. Volare sulla Groenlandia con il bel tempo e con una buona visibilita', offre visioni mozzafiato.

Airbus A330 Air Greenland Airbus A330 Air Greenland
L' Airbus A330 della Air Greenland, in volo da Copenhagen a Kangerlussuaq. La mappa di volo sul monitor del sedile, riporta come destinazione "Godthab" (Nuuk), in quanto il software utilizzato per rappresentare il mondo, probabilmente non contiene i dati relativi a destinazioni cosi' remote.
La calotta glaciale che ricopre la Groenlandia, ripresa dove i ghiacciai iniziano a presentare innumerevoli crepacci.
Atterraggio a Kangerlussuaq
Poco prima dell'atterraggio a Kangerlussuaq.
aeroporto di Kangerlussuaq
Il piccolo aeroporto di Kangerlussuaq, ex base militare, rappresenta il punto di ingresso piu' importante per chi e' diretto sulla costa ovest della Groenlandia. Oggi la temperatura e' di -17 gradi.
aeroporto di Kangerlussuaq
Airbus A330 Air Greenland
L'Airbus A330 della Air Greenland pronto per ritornare a Copenhagen.
Kangerlussuaq Kangerlussuaq
Kangerlussuaq, Groenlandia Kangerlussuaq, Groenlandia
Faccio una breve passeggiata fuori dall'aeroporto. Kangerlussuaq ha ragione di esistere principalmente per la presenza dell'aeroporto, ospitandone tutto il personale addetto. Recentemente, si sta tentando di sfruttare anche un crescente turismo.
Dash-7 Air Greenland Dash-7 Air Greenland
Dash-7 Air Greenland Il volo da Kangerlussuaq alla mia destinazione finale, Ilulissat, e' operato con un Dash-7 da 50 posti (la cui capienza puo' comunque variare in funzione del cargo caricato nella cabina passeggeri). Il Dash-7 e' un aereo robusto, affidabile, capace di atterrare e decollare su piste molto corte (STOL), in condizioni che renderebbero impossibile il volo alla maggior parte degli aeromobili attualmente esistenti.
L'aeroporto di Kangerlussuaq visto dopo il decollo.
Groenlandia in Inverno Groenlandia in Inverno
Groenlandia in Inverno Groenlandia in Inverno
Volando verso nord e' consigliabile prendere un posto al finestrino sul lato destro dell'aereo, da dove si possono osservare maestose lingue di ghiaccio che partono dalla calotta glaciale, per sfociare in fiordi e laghi gelati, ricoperti di neve.
Groenlandia in Inverno
In lontananza e' visibile la calotta di ghiaccio che ricopre la Groenlandia, il cui spessore arriva a superare i 3000 metri (quel che sembra una nube ininterrotta, e' in realta' ghiaccio che si estende a perdita d'occhio) . Se tutto il ghiaccio che ricopre la Groenlandia dovesse sciogliersi, il livello dei mari si innalzerebbe di 7 metri.
In avvicinamento ad Ilulissat, volando sul Kangia (Icefjord). In questo fiordo, patrimonio mondiale dell'umanita', sfocia uno dei ghiacciai piu' attivi e potenti dell'emisfero boreale, che rilascia quotidianamente iceberg grandi come palazzi (a volte come piccole montagne), che poi vengono trasportati al largo dalle correnti e dal vento. Oggi e' insolitamente libero da iceberg e pack, ma basta una piccola mutazione della direzione e velocita' del vento, perche' il paesaggio cambi totalmente in poche ore.
Ilulissat
Il quartiere piu' alto di Ilulissat visto dall'aereo che sta per atterrare. Oggi la temperatura e' di -12 gradi senza vento, un vero paradiso.

° ° °

° ° °

Indietro - Altri Viaggi

Home page Groenlandia

Contatti | Chi siamo | Informativa privacy


Questo sito e' protetto da copyright, si prega di contattare gli autori prima di riutilizzare il materiale in esso presente. Tutte le fotografie sono degli autori, salvo dove espressamente indicato.